Di recente sono entrate in vigore (D. Lgs 231/2017) le sanzioni e le disposizioni applicative del Regolamento UE 1169/2011 che prevedono, tra l’altro, l’indicazione obbligatoria  di tutti i prodotti che possono causare allergie o intolleranze (i cosiddetti “allergeni”) utilizzati per la preparazione dei prodotti venduti e/o somministrati.

Gli operatori erano già tenuti ad informare il consumatore sulla presenza negli alimenti dei cd. allergeni, il cui elenco specifico è allegato  alla presente nota.

Ora sono entrate in vigore le sanzioni, che vanno da 3.000 a 24.000 Euro per la mancata indicazione degli allergeni (da 1.000 ad 8.000 euro se l’indicazione è stata effettuata con modalità difformi da quelle previste).

Essendo già partiti i controlli, Vi raccomandiamo di verificare di aver adempiuto a tutti gli obblighi in maniera corrispondente alla legge : la nostra segreteria e gli uffici Confcommercio sono a disposizione per darvi tutte le indicazioni utili e guidarvi  nell’applicazione della normativa. La FIPE-CONFCOMMERCIO ha anche predisposto un apposito software per la gestione della documentazione obbligatoria, di cui potrete richiedere l’utilizzo alla nostra segreteria.

Si tenga presente che l’indicazione degli allergeni va effettuata per ogni singola pietanza o alimento.

Per i prodotti di pasticceria, rosticceria e gelateria venduti per asporto si potrà utilizzare un unico cartello bene in vista oppure un apposito registro da tenere in vista ed a disposizione dei clienti.

Per i prodotti somministrati in ristoranti e bar le indicazioni sugli allergeni presenti vanno riportate per ogni singolo prodotto nel menù o in alternativa in un registro a disposizione della clientela, la quale deve essere informata della disponibilità di tale registro.

In alternativa, l’avviso della possibile presenza degli allergeni, può essere riportato sul menù o su un registro o su un apposito cartello che rimandi al personale cui chiedere le eventuali necessarie informazioni.  Anche in questo caso sarà però necessario avere una documentazione scritta e facilmente reperibile dall’autorità di controllo e dal consumatore finale. E’ inoltre necessario che il personale confermi per iscritto di aver preso visione e conoscenza di tale documentazione.

Ricordiamo infine che i predetti obblighi si applicano anche alle aziende di banqueting e catering, che dovranno quindi provvedere a mettere a disposizione degli ospiti dei banchetti tutte le informazioni sugli allergeni presenti negli alimenti.

Per assistenza è possibile contattare gli Uffici Confcommercio Campania al numero 081.7979111 oppure scrivere a: servizi.confcampania@gmail.com.